pornodidattica

Consulenze Pornografiche Gratuite

I responsabili 02/06/2011

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 07:00
Tags:

  Responsabili si nasce o lo si diventa solo dopo aver superato le peggiori prove cui un essere umano, generalmente povero, viene sottoposto durante la sua esistenza. Meglio nascerlo responsabili quindi e farsi avanti nei momenti più vantaggiosi e propizi al proprio ruolo.
Il responsabile sta sempre lì, in agguato, mai una volta che si trovi quando si tratta di incidenti o di delitti, ma pronto alla ribalta non appena sente odore di necessità, di puntellamento, di pecunia insomma.
Nella nostra società la sua figura è necessaria ed opportuna, una personcina su cui puoi sempre contare finchè la remuneri e questo è tutto chiaro e ben definito fin dall'inizio del rapporto, per cui non potrà mai essere emotivo, libero di muoversi o di usare il cervello, che appartiene totalmente al suo sponsor e di questo lui ne va fiero.
Chi nasce già responsabile, ha il vantaggio di godere appieno delle proprie azioni, delle vicissitudini provocate dai suoi comportamenti, mentre chi lo diventa in seguito ad avversità della vita deve esercitare un certo sforzo, ma poi anche se con tormento interiore riesce sempre ad assolversi. Non è facile riconoscere un responsabile dalla sua faccia o dai comportamenti: potrebbe trattarsi di un millantatore. Solo il vero responsabile, quello conclamato, sa quando e come farsi smentire.

Per questo, al termine di una stagione negativa, non è bene affidarsi alla giustizia sommaria nelle piazze cittadine, come sempre accade ai bobboli latini per poi lasciare gattopardescamente il tutto nel dimenticatoio più assoluto, meglio annotarsi su un foglio i nomi, le qualità, le caratteristiche dei fortunati e poi parlarne tutti i giorni in famiglia per far conoscere anche questa opportunità di realizzazione tutta tajana ai propri figli.

 

Non so, voi 24/03/2011

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 07:00
Tags: ,

Finiti i tempi in cui partecipavo in poltrona a quei bei dibattiti televisivi serali e con spirito critico e divertito accompagnavo i vari pareri, vuoi con la scorreggetta, vuoi col ruttino. Più passa il tempo più incattivisco, nè mi sorregge più il senso dell'humor, certo ancora manca la fame a dar forza al pensiero, così l'altra sera nel sentir un testa di cazzariello un ex radicale ravveduto, saltato sul carrozzone affermare che i referendum sono inutili e snobbati dal bobbolo e che è meglio non accorparli alle altre consultazioni  anche se si debbano buttare via 350 milioni, invece di reagire col solito rumoretto ho cominciato a passare in rassegna tutte le piazze della città eterna e cercare di trovarne una in cui il suddetto avrebbe fatta la sua bella figura nobilitando un qualsiasi albero o lampione. Ormai non è più questione di rumorini, questa è gente che ha perso ogni senso della misura: ma come, avete tolto anche quel minimo contributo per chi aveva bisogno di una protesi dentaria, per le mense scolastiche, per le famiglie povere e poi buttate i soldi dei lavoratori dalla finestra.
E poi c'è sempre chi ha sempre qualcosa di meglio da fare e non è detto che siano proprio i cazzi suoi.

 

Il GURU 2^ 24/04/2010

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 18:08
Tags: ,


Contrordine compagni el guru nun cell’ha più molto duro.
E’ duro da credersi, perché se anche i guru cominciano a defajiare figuriamoci noi miseri mortali.
Sarà difficile comunque convincere i giudici, perché anche se ci fossero defaiances psichiche o millantato credito guresco, è ben risaputo che la chimica è pronta a dare il suo aiutino ed allora occorrerebbe anche dimostrare la totale allergia per la sostanza  magica.
Sarebbe stato meglio stringere i denti e tenere alto l’onore della categoria il bobbolo ha sempre bisogno di certezze, per lui un guru è un guru e lo deve avere sempre duru.

 

El guru 29/03/2010

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 10:30
Tags: ,

El guru ce l'ha sempre duru

Mamme aricordateve di predicarlo ogni sera ai vostri pargoli, prima di metterli a letto, ve ne saranno grati.
El guru, poverello, è un essere umano all'incirca come tutti noi, può nascondersi sotto moltissime vesti, perchè è carismatico e sa circondarsi  di fantomatico mistero.
Il guru promette felicità e gioia a tutti, all'inizio quasi sempre in maniera gratuita, ma poi si ricorda inevitabilmente che anche lui ha le sue necessità fisiologiche.
Allora mamme, direte voi, ma come posso riconoscere il guru da un leghista, visto che dalla patta è impossibile?
Il leghista ha sempre qualcosa di verde e prima o poi dirà che roma è ladrona, parlerà di federalismo ai vostri pargoli che ne resteranno estasiati, mentre un guru per essere più convincente mette strani abbigliamenti, copricapi costosi e recita coreografie adattate alla fantasia bobbolare.
Anche lui però svolge la sua brava funzione sociale nell'alleviare il cammino dei più miseri in questa valle di dolore, ma spesso si monta la testa, supera i limiti della decenza dà fuori di cervello ed allora poi tocca sempre al bobbolo pagargli vitto e alloggio nelle patrie galere.
El guru, qualunque veste indossi, andrebbe evirato e con palla di piombo al piede, rieducato nei campi di lavoro adeguatamente predisposti, per restituire alla comunità un minimo di tutto ciò che da lei ha avuto.

 

U pizzu 07/12/2009

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 22:08
Tags: ,

Non si è mai visto chiedere un contributo al clero, casomai il contrario, pecunia non olet ed un generoso lascito non si rifiuta mai.
Dice, ma adesso so tutti scomunicati e non c’è lascito che tenga hanno da brucià per sempre ne lo inferno.
Sì, vabbè, ma un lascito è pur sempre un lascito e se devoluto in funzioni solenni e messe, nun se po’ mai sapè, magari può intercede er purgatorio pe’ i più poverelli, quei piccoli mafioncelli che tengono famija numerosa e che s’arrabbatteno pe’ campà spizzettanno er parroco, sparanno, strozzanno e poi magari puro sciojenno, piccola manovalanza insomma.

 

Avviso importante 10/08/2009

Come promesso, posso aggiornarvi sul post del 17 dicembre 2008
Finalmente è stato partorito il cetriolo, nella calda caligine agostiniana che tutto assorbe e nel silenzio ovattato dei media.

it.reuters.com/article/internetNews/idITMIE5790LO20090810

Ora quando riceverete le bollette astronomiche saprete che sono giuste  e salutari per il valoroso bobbolo tajano, perchè loro so’ sempre loro mentre Voi continuate a contare sempre meno di un cazzo

Al limite provate a compilare una supplica e rivolgetela al capo dello stato !

 

La grandeur 16/06/2009

Filed under: importato — fracatz @ 11:51
Tags: , , , ,
Photobucket

Normal
0
14

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;}

La notizia che più mi colpisce sui quotidiani odierni è l’aumento del debito pubblico tajano: ma come, con gli interessi pagati sui BOT a meno dell’1% ci facciamo sfuggire questa occasione per ridurre un pochino il nostro deficit?
Invece sembra che siamo arrivati a 1.750,4 miliardi di euro, che diviso i 60 milioni di cittadini, fanno a occhio e croce 30mila a cranio.
Mi è andata per traverso la bella notizia su cui avevo brindato ieri l’altro, in cui finalmente ci dicevano che eravamo proprietari di una bella portaerei tra l’altro benedetta da un monsignore.

Ma che proprietari e proprietari der cazzo, sta bella nave l’hanno messa tutta sul groppo dei nostri figli!