pornodidattica

Consulenze Pornografiche Gratuite

So' comm'a nuuujjjeee 21/06/2011

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 07:00
Tags: , , , , , ,

C'hanno famija, se preoccupano per il futuro ed a buon ragione, visto che nun se ponno più stampà lirette, anche un ministero ne accontenta tanti, che se poi c'hai voja de lavorà al pomeriggio te butti sul mercato del lavoro nero ed anche alla mattina se nun sei troppo stanco…

Pe' nuje ca ce chiagnimmo 'o cielo 'e Napule,
comm'è amaro stu ppane!

Sti precari tanto bistrattati, oggi so tutti  figli di funzionari, di politici o politicanti trombati, cominciano a diventà sistemazioni invidiate, visto che nel mondo del lavoro privato se sta peggio assai. Almeno col concorso qualche terrone de merda, de quelli che sanno tutti i codici a memoria riusciva a penetrà, ma oggi so tutti postarelli da spartisse su base locale e continuà a garantì la macchina de servizio con l'autista che te porta allo stadio e s'abbusca lo straordinario, altro che quei sfaticati de comunisti che al pomeriggio lasciano deserti li palazzi de giustizia.

Nuje simmo 'nnammurate!
E chiagne 'sta chitarra tristamente…
E, tristamente, chiagne 'o mandulino!…

So cumm'a nuje e lo dimostra il fatto che al termine della formula magica del giuramento "….bla… bla…. bla… e di trasferire in padania almeno 4 ministeri ….bla..bla… Lo giurate VOI…?…" I più rispondevano come da sempre facimmu nuje nella maniera classica:

"L'ho duro" 

 

Der punterol 17/03/2011

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 07:00
Tags: ,

Ultimamente ho fatto parte di una task force, messa su da un ornitologo atipico appassionato di culeotteri, per analizzare il fenomeno della moria delle palme causata da questo stupendo animaletto. Ora da che monno è monno le cose sono andate sempre così, carnivori che si mangiano fra di loro, pesci grandi che divorano i piccoli, ricchi che depredano i poveri, furbi che inculano un po' tutti  e non capisco quindi tutto questo accanimento contro la bestiola che esercita con rigore la funzione per cui fu creata.
Analizzando il fenomeno dal punto di vista umanitario globale, posso assicurarvi che le bestioline in questione mangiano solo palme di sesso maschile, quindi se la vostra palma è usa fare datteri, come in figura, allora sopravviverà, specialmente se evitate di farla potare perchè le ferite emanano un alto richiamo ed i ferri usati nella potatura possono essere infetti .
La natura provvede a tutto, è l'uomo che la sottovaluta: ultimamente nei vivai si generavano solo palme del tipo maschio, in quanto le femmine con la loro enorme produzione e caduta di datteri sporcano l'area circostante e addirittura impediscono al prato di ricrescere.
Adesso, grazie al coleottero le cose si vanno riequilibrando e, come vi dicevo, qualora foste proprietari di un maschio e ne siete così affezionati, allora, per non perderlo, cercate almeno di rinfrocirlo con lezioni di balletto, facendogli ascoltare le trasmissioni cult pomeridiane o che so' io riverniciatelo in rosa, magari der punterol si confonde e ve lo lascia campà.
In alternativa, potreste recarvi in asia, zona di origine della creaturina e comprarvi insetti antagonisti alla stessa o magari uccellini ghiotti del cornutone, insomma dateve da fa azionate l'istino talico dell'arrangiamento, mettete in moto la vostra fantasia inventiva, smentite sti quattro caporioni che risorvono tutti i problemi aggiungendo utili grida (per gli amici) alle tante che già hanno ingessato la nazione.
Che poi era ora che si abbattessero tutte queste palme che ci tenevano confinati al di là della civiltà occidentale e ci riprendessimo la nostra posizione.

per chi dovesse dubitare del mio amore patrio già espresso in ottemperanza .

 

Ranking 20/01/2011

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 07:05
Tags: ,

E vai, ammazza che rimonta, siamo terzi e ce la possiamo fare per il primo posto, per ora pensiamo a superare la svezia, che poi che c'avranno mai sti svedesi più de noi? Ricordo che da ragazzo, quando la voglia di sapere è tanta, decisi di farci una capatina per cercare di compenetrare almeno il pensiero della parte femminile di questo popolo. Erano gli anni settanta le differenze sociali erano immense, ma fondamentalmente non rimasi molto stupito dai giovani di quella società, a parte il fatto di passare il sabato sera in giro con la macchina piena di bevande alcoliche sui cruscotti sfidando i poliziotti invece di appartarsi come facevamo noi assatanati di sesso per difendere la nostra faticosa fama di latin lovers. Scoprii così che le loro donne mediamente sono dei cessi come qui da noi e le stupende hanno già carriere artistiche assicurate, che non rifiutano i lavori più umili, tipo cameriere, lift boy, friggitori di patate nei chioschi, spazzini, però quello che mi colpì fu il grande senso civico, la pulizia, il rispetto per quel poco di antichità che hanno, ancora ricordo la puzza del vasa museum in cui avevano messo un'intera imbarcazione vichinga sottratta al mare e tenuta in un ambiente umido al 100% per non farne disintegrare il legno.
Con un po' di sforzo li supereremo, basta qualche carrozzone in più, cosicchè anche le nostre donne potranno ricorrere al giudice se si dovesse rompere il preservativo del partner di turno, o forse anche no, che qui da noi per pagare si paga, ma poi il diritto deve prima passare per la sagrestia e lasciarci l'obolo.

 

La patria del dritto 17/05/2010

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 07:10
Tags:

Potevasi nella patria del dritto ignorare un argomento così remunerativo come la dispersione delle ceneri ?
Dopo lungaggini ponderate dalla paura di perdere
il business cimiteriale, i vari comuni emanano regolamenti su regolamenti  varie regioni legiferano, ma quello più interessante secondo me è ciò che ha stabilito Trieste :
praticamente si è rispolverato uno dei pilastri della nostra giurisdizione latina:
"Si vis vivere contentum, noli pisciare contra ventum…!"

dando così l'opportunità al solito zelantone cui sta a cuore  profondamente la salute del suo bobbolo di mettersi in luce inserendo al paragrafo 4 il comma 2:
"Noli mingere contra ventum sine ullo paravento…!"

 

La soluzione finale 04/03/2010

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 22:52
Tags:

Adesso tocca trovare una soluzione, che sia credibile, equa ed accettabile dal valoroso bobbolo.
Ad esempio nel calcio, sport al primo posto nel cuore degli italiani, quando un avversario cade, si butta la palla in fallo e si ferma il gioco. Quando il gioco riprende, i compari dell'infortunato restituiscono la palla ai loro avversari ed a dir la verità, solo una volta ricordo che ciò non accadde ed anzi dall'azione truffaldina, ci scappò pure un bel gollazzo che mi diede particolare gioia pensando a quei coglioni che si aspettavano gli fosse tornata la palla.
Bene la situazione è grave, serreranno tutte le file, ci lavoreranno su giorno e notte perchè qui c'è di mezzo la mangiatoia e vedrete che la soluzione sarà gradita a tutti, anche ai soliti schizzignosi pseudo culturali sinistrorsi che tanto schifano il calcio.

D'altronde si tratta solo di dare la giusta interpretazione alla solita legge tajana e chi mejo de loro, tutti ommi de legge. che da anni se le scrivono?
Ci consola che il bobbolo sia ben rappresentato dai suoi caporioni e come si sa la dote prima del bobbolo è quella di accorgersi di un problema solo se questo si affaccia e preme pesantemente sul proprio fondoschiena. 
ATTENZIONE comunque a come verrà riportata serenità al paese perchè questi potrebbero non essere stati dei perecottari, ma (molto astutamente?) potrebbero aver compiuto una prova generale sulle reazioni di un bobbolo a futuri ben più dolorosi provvedimenti tesi a consentire la  sopravvivenza solo del migliore.

 

L' albo delle tette

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 11:58
Tags: , ,

Buone nuove per il bobbolo, aumenta il numero degli albi, si aggiunge l'elenco delle protesi mammarie autorizzate.
E poi vi lamentate perchè i pastori non si prendono cura del loro gregge e particolarmente trascurino la sana crescita dei pargoli.
E' un po' come ai tempi dell'aborto clandestino: per chi può non cambia niente, mentre per il resto del bobbolo si cominceranno ad organizzare viaggi della speranza in Brasile a 3 – 4 mila euri tutto compreso. Solo per i maschietti.

 

Civiltà 12/02/2010

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 10:27
Tags:

  
Mentre scendiamo sempre più in basso nelle varie classifiche mondiali, tanto che non riusciamo più neanche a rifare una strada a regola d'arte , la giurisprudenza fa passi da gigante e, qualora ce ne fosse stato bisogno, conferma che il benessere della moglie debba dipendere dal coglion del suo marito.
Che sia solo uno stimolo a far emergere dalla clandestinità  tante coppie e convincerle ad ufficializzare?  
Per la verità io vi confesso che preferirei vivere in quei paesi dove le strade ancora le sanno riparare e magari sotto ci fanno anche il cunicolo per passarci tutti i cavi ed i tubi che servono al vivere civile.