pornodidattica

Consulenze Pornografiche Gratuite

La vera canoscenza 08/09/2011

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 07:36
Tags:

Oggi, chissà perchè, mi torna in mente Massimo, un caro ragazzo compagno di scuola media e di tanti giochi all'oratorio, amici come si può esserlo a 12 anni, eppur per certi versi, lui, già consapevole. Quando si parlava del futuro, tutti cavalcamo i soliti sogni, medico, avvocato, pilota, notaio, professore, calciatore, etc.., mentre lui era certissimo: commesso alla camera. Chiaramente noi si restava allibiti, ma come, commesso, un mestiere povero, ma poi in camera, ma cos'è sta camera: un negozio, una camera da letto per ricchi? E lui zitto, non andava oltre, lasciandoci nella nostra curiosa ignoranza o se vogliamo al lento cammino della nostra conoscenza.  Passati gli anni ebbi la fortuna di poter avere tra i miei clienti, proprio la camera, fortuna, perchè, usufruendo della buvette di servizio (riservata ai sottoposti) potei risparmiare un sacco di soldi per il pasto e reincontrare il mio compagno Massimo che così mi chiarì tutto sul fatto del commesso.
Date ai vostri piccoli le informazioni utili, le vere canoscenze  per prepararli al meglio alla vita tajana.

un omaggio alle care lettrici ossessionate da qualche chilo in più

 

So' comm'a nuuujjjeee 21/06/2011

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 07:00
Tags: , , , , , ,

C'hanno famija, se preoccupano per il futuro ed a buon ragione, visto che nun se ponno più stampà lirette, anche un ministero ne accontenta tanti, che se poi c'hai voja de lavorà al pomeriggio te butti sul mercato del lavoro nero ed anche alla mattina se nun sei troppo stanco…

Pe' nuje ca ce chiagnimmo 'o cielo 'e Napule,
comm'è amaro stu ppane!

Sti precari tanto bistrattati, oggi so tutti  figli di funzionari, di politici o politicanti trombati, cominciano a diventà sistemazioni invidiate, visto che nel mondo del lavoro privato se sta peggio assai. Almeno col concorso qualche terrone de merda, de quelli che sanno tutti i codici a memoria riusciva a penetrà, ma oggi so tutti postarelli da spartisse su base locale e continuà a garantì la macchina de servizio con l'autista che te porta allo stadio e s'abbusca lo straordinario, altro che quei sfaticati de comunisti che al pomeriggio lasciano deserti li palazzi de giustizia.

Nuje simmo 'nnammurate!
E chiagne 'sta chitarra tristamente…
E, tristamente, chiagne 'o mandulino!…

So cumm'a nuje e lo dimostra il fatto che al termine della formula magica del giuramento "….bla… bla…. bla… e di trasferire in padania almeno 4 ministeri ….bla..bla… Lo giurate VOI…?…" I più rispondevano come da sempre facimmu nuje nella maniera classica:

"L'ho duro" 

 

A ciascuno il suo 12/11/2010

L'ommo del dire si ritiene indignato per il crollo dell'antico rudere, ma le sue pecorelle hanno ben altri pensieri, tipo arrivà a fine mese o lo zio orco o le mignotte dell'ommo del fare.
Ecco, non mi sembra il caso de liquidà il tutto con un po' di sdegno, io ad esempio mi ritengo ingassato, ma io so io e nun tengo mezzi pe' annà a fondo e risorve la quistione io posso solo fare supposizioni del tipo:
1) suppongo che i soldi ricavati dai biglietti d'ingresso al sito basteranno a occhio e croce a stipendià un 500 persone
2) suppongo che su queste 500 persone 300 abbiano un livello direttivo, 150 addette alla logistica dirigenziale tipo autisti, segretarie, addetti stampa, procacciatori, etc. e i restanti 50, addetti al funzionamento giornaliero del baraccone. E' chiaro che gli ultimi 50 si sentiranno dequalificati e saranno tutti incazzati come belve ed è per questo che qualcuno in alto starà studiando il modo di eliminarli per esternalizzare la funzione a ditte amiche in grado di poter usufruire di contratti a termine o di formazione.
3) suppongo pure che i punti 1 e 2 siano ben chiari all'ommo del dire ed è per questo che io mi sento ingassato.
Lasciamo allora stare l'ommo del dire che nella sua vita ha sempre detto, pur conoscendo il costo delle sue chiacchiere per il bobbolo tajano, ma l'ommo del fare ?
Che niente, niente, per caso, ce stesse a cojonare

p.s. mi scuso con i lettori per la modestia del post dovuta agli scarsi mezzi economici a disposizione, ma ho iniziato una settimana di risparmio per poter ospitare la prossima settimana l'autorevole professor Ciompi ed avere il suo parere sugli ultimi avvenimenti

 

Cani sciolti e non 24/05/2010

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 06:04
Tags: ,

Il cane sciolto paga tutto in prima persona: la mancata frequentazione della parrocchia da bambino, della sezione del partito da giovane, della sede del sindacato o della giusta associazione da adulto.
Lungi da lui l’idea di una leccatina al potente di turno, al superiore e a chicchessia da cui poter trarre un vantaggio personale 
Egli sa che tutto ciò che possiede se lo è dovuto conquistare faticosamente con le sue forze, con la sua bravura e tutto questo per rispetto ai suoi geni congeniti di cane sciolto: per intenderci, egli è come una donna senza tette, non entrerà mai in alcuna camera dei bottoni.
Il cane sciolto è molto odiato dai caporioni e di questo ne va fiero.

Il timido, suo malgrado, per i comportamenti simili, viene considerato dai caporioni alla stregua del cane sciolto ed è per questo che ne soffre, i suoi geni sono diversi e non ci tiene ad essere odiato.
Ecco perché il timido dovrebbe farsi adottare dal cane sciolto e tentare col suo aiuto di modificarsi, in modo da trarre sufficiente appagamento dai suoi atteggiamenti.
Ma vi pare giusto che oggi, sia il timido, che il cane sciolto, possano dormir  tranquilli e che i loro stipendi non saranno tosati (?) come quelli di coloro che lavorano 24 ore su 24 mettendo a repentaglio la loro vita e qualcuno anche la faccia, per il bene della nazione e del bobbolo suo tutto ?

ndr:   titolo reperito dal web:

 

Proteste 21/02/2010

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 16:22
Tags: ,

Mi si dice che la cultura con plateale rigurgito consapevole abbia gettato in aria le sue scartoffie.
E che caz, non si sputa nel piatto dove si mangia, col bobbolo bisogna abituarsi a convivere se vogliamo continuare a guadagnare 10, 100, 300 volte quello che guadagna un operaio od un maestro di scuola elementare.
Non vorrete mica spostare indietro le lancette della sana evoluzione sviluppata negli ultimi 50 anni.

Qui bisogna serrare le fila ed eliminare i trasgressori

 

Adeguatamente dotati 15/11/2009

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 09:44
Tags: , ,

Giorni fa la solita testa dell’opposizione ufficiosa (retribuita), parlando dalla TV sulla situazione delle carceri, ha detto che è tutta colpa del governo e poi ha tenuto a ribadire che, a causa dell’abolizione dell’ICI sulla prima casa, la situazione peggiora sempre più.
Al che io, che sorbivo il mio primo caffè, gli ho ribadito che magari si poteva migliorare tagliando l’80% dei testina come lui che si occupano di politica qui a bananolandia od al limite se proprio ciò fosse impossibile, diminuire dell’80% gli stipendi di tutti gli addetti. Oppure in subordine risparmiare quei due tremila miliardi di euri che un paese di piccoli mafioncelli spreca per esportare la sua democrazia agli arabi.
Come mai i russi o meglio i cinesi, non sentono la necessità di esportare nulla a gente che non lo richiede?
A me invece risulta che le carceri sono piene di morti di fame extracomunitari e poveri tossicodipendenti (i ricchi sniffano tranquilli).
Allora perché non aprire i campi lavoro per questi poveri disgraziati
e lasciare in galera solo gli assassini ed i banchieri disonesti?
Grazie a queste teste senza idee, che a me fanno veramente paura, il cavaliere può dormire sonni tranquilli e cavalcare altri 10 anni.
Questa è ancora gente che, mentre veleggia cazzando le vele tra una virata ed una strambata sulle loro sudate barchette, vorrebbe il bobbolo tutto in fila davanti la sede dei loro partiti in attesa dell’assegnazione di una casa bobbolare (allora sì esente da ICI), perché la prima casa è un diritto sancito e solo loro ne devono essere i depositari.

 

Albi 02/11/2009

Filed under: Uncategorized — fracatz @ 17:36
Tags:

E’ quasi fatta per l’istituzione della corporazione dei buttafuori: finalmente un riconoscimento alla necessità di queste figure professionali ed alla dignità di chi esercita questa attività.
A Roma dopo l’ultima scazzottata del pretoriano che voleva 20 euri dal solito turista giapponese per essersi fatto fotografare al colosseo è tornata prepotentemente in auge l’idea di istituire la corporazione dei pretoriani, perchè come ben si sa, il pretoriano iscritto ed in regola col pagamento della quota annuale, in accordo al suo comportamento deontologico, non può azzuffarsi assolutamente con i turisti.
A mio avviso è giunta anche l’ora di istituire la corporazione dei commentatori professionali il cui albo potrei gestire di persona per dare la possibilità a tanti volenterosi di ricavare sostentamento dal duro lavoro quotidiano.
Il commentatore professionista, dietro adeguato compenso, punge, stimola, sviscera l’argomento, provoca reazioni e riesce a dare nuova vitalità a blog oramai cotti e decotti, facendo intervenire nella discussione fakes, ed utenti immaginari da stabilirsi alla sottoscrizione del contratto di collaborazione.